Archivi tag: lavori assurdi

Il becchino 2.0

Becchino_20Franca Rame, Don Gallo, Jannacci e il Califfo (dimenticavo il piccolo Tony). La primavera gelida e maledetta di quest’anno se li è portati via. Andreotti probabilmente era morto già durante la diretta con Paola Perego anni fa, diventando il primo senatore post-mortem. Di certo non lo rimpiangerò e non credo di essere il solo. Ma gli altri, eh…

Si è scritto tutto quello che si poteva scrivere, e detto altrettanto. Le mie parole sarebbero niente in confronto alla grandezza di questi personaggi. Però una cosa la vorrei raccontare. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

Magnifica presenza

ChewbaccaContinua la saga degli annunci di lavoro assurdi. Questa volta si cercano (reclutano) promoter, per presentare condizionatori di una nota azienda hi-tech/elettrodomestici. Si lavora sei giorni, dalle 9,30 alle 19. Ma perché aggiungere altro? Godetevi questo piccolo capolavoro.

“Orario 9.30-19.00

NO RIMBORSI SPESA

Profilo:
MASCHIO, bella presenza, taglia M, scarpa 42

Conoscenza: sui condizionatori”

Non apro la parentesi rimborsi spesa, perché sarebbe lunga, tediosa e, soprattutto, ho finito il Maalox (sob!). Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Working class biro

Working class biroInauguro oggi questa nuova sezione del blog, dopo essere incappato nell’ennesima, vergognosa, offerta di lavoro. In questo caso si parla di inserimento (non lubrificato, vedi post su riforma del lavoro) nell’area ufficio stampa. L’eventuale contratto sarebbe “da valutarsi in base all’esperienza“. Quindi il contratto si valuta da solo? Oppure io da solo valuto se farmi un contratto o meno? Non è dato sapere. Ma, quanto meno, la prospettiva di un contratto c’è. Poi l’occhio ti casca malevolmente e colpevolmente sulla scritta “retribuzione”, che forse (forse!) potrebbe chiarire l’equivoco contratto. Nessuna retribuzione, nessun equivoco: ce l’hai ancora una volta nel culo. Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,