I giorni dell’abbandono

enjoy-the-silenceTrenta e più giorni di silenzio. In casa, perché la mia vicina è andata altrove, accompagnata dal marito potenzialmente ergastolano e dai due figli, i fratelli decibel, posseduti dal demonio. Ma di questo parleremo in un’altra sede.

Trenta giorni di silenzio anche qui, un po’ perché me lo ha chiesto la vita, un po’ perché è successo davvero troppo (Napolitano, Andreotti, il Pd che finisce il Vinavil…), un po’ perché, molto poeticamente, avevo le palle girate.

Tuttavia, nell’ultimo mese, ho preso qualche appunto su quello che è successo, che qui vi riporto fedelmente, partendo da ieri e andando a ritroso. Continua a leggere

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

Apocalisse felice

ApocalisseL’incertezza dilaga, è ovunque, un virus, una pandemia, roba che in confronto Berlusconi in campagna elettorale era un desaparecido.

A un mese e mezzo dalle elezioni siamo senza governo. Il Parlamento è spaccato in un numero non precisato di pezzi. Gli istant poll dicono quattro, le proiezioni 27 (di cui 12 all’interno del Pd), la questura uno. Le commissioni non partono (tutt’al più aspettano il ponte), il Movimento 5 Stelle occupa il Senato. Napolitano, spaventato dalla mancanza di un governo, nomina dieci saggi, ma si dimentica di trovare un portiere e di prenotare il campo, e così perde la partita a tavolino (ecco perché è evidente come una sua rielezione sia da evitare). In un contesto del genere, Cicchitto, dal Fuorisalone, dove è esposto come oggetto di design per il bagno, dichiara la drammatica frase: “Violante al Quirinale”. Ed è subito sera. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , , ,

Magnifica presenza

ChewbaccaContinua la saga degli annunci di lavoro assurdi. Questa volta si cercano (reclutano) promoter, per presentare condizionatori di una nota azienda hi-tech/elettrodomestici. Si lavora sei giorni, dalle 9,30 alle 19. Ma perché aggiungere altro? Godetevi questo piccolo capolavoro.

“Orario 9.30-19.00

NO RIMBORSI SPESA

Profilo:
MASCHIO, bella presenza, taglia M, scarpa 42

Conoscenza: sui condizionatori”

Non apro la parentesi rimborsi spesa, perché sarebbe lunga, tediosa e, soprattutto, ho finito il Maalox (sob!). Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Working class biro

Working class biroInauguro oggi questa nuova sezione del blog, dopo essere incappato nell’ennesima, vergognosa, offerta di lavoro. In questo caso si parla di inserimento (non lubrificato, vedi post su riforma del lavoro) nell’area ufficio stampa. L’eventuale contratto sarebbe “da valutarsi in base all’esperienza“. Quindi il contratto si valuta da solo? Oppure io da solo valuto se farmi un contratto o meno? Non è dato sapere. Ma, quanto meno, la prospettiva di un contratto c’è. Poi l’occhio ti casca malevolmente e colpevolmente sulla scritta “retribuzione”, che forse (forse!) potrebbe chiarire l’equivoco contratto. Nessuna retribuzione, nessun equivoco: ce l’hai ancora una volta nel culo. Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Di Pietro is back!

di-pietroTonino è tornato. Dopo il tonfo elettorale, il caso “case” denunciato da Report, la decisione di sciogliere l’Italia dei Valori e licenziare il parrucchiere di Donadi, Di Pietro ha deciso di fondare un nuovo partito. L’ex pm ha, infatti, annunciato che la sua resurrezione politica avverà subito dopo Pasqua, quando presenterà ufficialmente la sua “creatura”. Il nome definitivo non è ancora trapelato, ma posso anticiparvi tutte le ipotesi che sono state scartate, dopo un lungo dibattito interno. Continua a leggere

Contrassegnato da tag ,

Misantropia funeraria

funeral party

Alzarsi la mattina, fare colazione alla buona, uscire e trovarsi di fronte a questo capolavoro assoluto. Dopo l’outlet del funerale (Serravalle di lacrime), pensavo non ci fosse più nulla che mi potesse stupire, nemmeno la gigantografia di un’urna alla stazione di Roma Ostiense, con sotto la scritta “Sei sicuro di non avere in casa uno sconosciuto?”.

E ora, con l’ultimo viaggio offerto in super economy, si completa la trilogia del buon gusto. Snack neanche a morir… a parlarne, funerale “da soli” minimal, per pochi intimi, no comitive o gruppi (misantropia funeraria). O forse si parla del prezzo?

La vera chicca però è tutta nel nome. Magnifico. Chissà che il funerale low cost non preveda la formula “andata e ritorno”, il pacchetto low coast to coast: soddisfatti o resuscitati.

Contrassegnato da tag , ,

Riformare la riforma del lavoro

riforma forneroLa riforma del lavoro targata Fornero ha fallito miseramente: soltanto il 5% dei precari è stato stabilizzato, la disoccupazione è a livelli record e continuano i sa… sacr… scrf… scrfc… aiii… scusate, non riesco a scriverlo.

Esiste però un piano B, una riforma della riforma, che spetterà al nuovo governo (chi?) far approvare in tempi brevi. Un pacchetto di nuove forme contrattuali, che, grazie anche al prezioso contributo di Sergio Igor, potete leggere in anteprima. Purtroppo l’elenco è incompleto. Nel caso in cui qualcuno fosse a conoscenza di altre tipologie di contratti, me le segnali pure. Provvederò ad aggiornare l’elenco. Continua a leggere

Contrassegnato da tag , ,